Startup innovative, un portale dedicato ai finanziamenti pubblici

Startup innovative, un portale dedicato ai finanziamenti pubblici

Per far muovere il nostro Paese sul binario dell’innovazione e dello sviluppo è fondamentale puntare sulle nostre energie più dinamiche e valorizzare quei talenti, quelle iniziative, che abbiano tutte le carte in regola per trasformarsi in impresa. Nel percorso di vita di una startup, sin dalla sua nascita, un ruolo fondamentale è svolto dalle Regioni e dalle politiche territoriali a sostegno della nuova imprenditoria.
In Italia sono più di 5.500 le startup innovative che ad oggi danno lavoro ad oltre 23mila persone.

Individuare le fonti di finanziamento e i bandi a sostegno delle imprese di nuova generazione, sia a livello nazionale che regionale, mappare e monitorare le Regioni più attive, mettere in rete tutte le iniziative presenti sul territorio: l’ecosistema delle startup innovative italiane, da oggi, può avvalersi del portale realizzato da Italia Startup in collaborazione con Warrant Group, la prima piattaforma interattiva nata con questa molteplice finalità.
Quali vantaggi?

L’utilità di questo strumento sta principalmente nell’organizzazione omogenea e dettagliata dei contenuti: per ogni bando vengono indicati stanziamento, soggetto gestore, descrizione, beneficiari e finalità, incentivi e spese, tempistica d’investimento. L’utente può informarsi facilmente sulle misure attuate regione per regione attraverso una cartina dell’Italia navigabile. Un ulteriore vantaggio dell’utilizzo della piattaforma è quello di agevolare le istituzioni e, in particolare, i Governi regionali, nella valutazione l’impatto sia delle politiche proposte che degli stanziamenti messi a disposizione degli ecosistemi locali.
Il sostegno alla crescita delle startup italiane è stato, inoltre, il tema centrale del recente incontro dal titolo “Strategie, policy e progetti delle Regioni italiane a supporto delle startup innovative”, promosso da Italia Startup in collaborazione con la Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome.
Tra gli aspetti più rilevanti si è evidenziato come le Regioni italiane siano tutte attive nel supporto alla creazione di nuove imprese, con circa 70 interventi realizzati nelle Programmazioni 2007-2013 e 2014-2020. In cima alla classifica per il maggior numero di iniziative attuate la Lombardia seguita da Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana, mentre in altre regioni si è scelto di puntare su alcuni strumenti che hanno richiesto l’impiego di una consistente dotazione di risorse.

Info: info@studiopatriziagrassini.it

Fonte: cliclavoro.gov.it

24 marzo 2017 / by / in ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigando su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close